| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Perché i cristiani dovrebbero studiare la storia

Page history last edited by Paolo E. Castellina 5 months ago

Perché i cristiani dovrebbero studiare la storia?

 

Per una generazione come la nostra che guarda solo al presente (e al futuro, e spesso con apprensione) la conoscenza della storia viene spesso ignorata e non è sufficientemente conosciuta. Contribuisce a questo atteggiamento un inadeguato insegnamento scolastico e il sospetto (spesso fondato) che la storiografia sia manipolata da interessi politici ed ideologici). Eppure vale sempre la vecchia massima, che chi rifiuta di studiare la storia è condannato a ripeterla.

 

Il popolo di Dio attraverso i secoli ha sempre dato grande valore alla storia. Lo testimonia la Bibbia stessa sia nell'antico che nel Nuovo Testamento. Si veda, per esempio l'importanza data alle genealogie e alla celebrazione annuale di avvenimenti storici dove viene evidenziata la divina causualità e provvidenza. Perché, per esempio, Luca ha scritto il libro degli Atti?  Ha scritto il suo Vangelo, ma ha anche scritto la storia antica della chiesa cristiana, che era molto importante per la chiesa per capire le sue origini, la sua missione e la sua dottrina.

 

Nella Bibbia, resoconto storico e messaggio per l'oggi sono strettamente connessi e prendono spesso la forma di severi ammonimenti. Vale anche per il Nuovo Testamento: resoconto e messaggio sono praticamente indistinguibili. Dio si serve della storia del popolo di Dio per parlarci ed insegnarci lezioni per noi essenziali. Lo stesso vale per la conoscenza della storia del popolo di Dio oltre l'era apostolica. Conoscere la storia del movimento cristiano attraverso i secoli non ha solo valore celebrativo ed identitario, ma corrisponde al detto menzionato all'inizio, che chi rifiuta di studiare la storia è condannato a ripeterla perché non ha coscienza degli avvenimenti negativi e delle loro cause, ma vale anche per i successi! Conoscere la storia è essenziale per non ripetere fatali errori causati da dottrine distorte e non coerenti con la Parola di Dio. Praticamente ogni eresia (deviazione dall'ortodossia biblica) che affrontiamo oggi è una rivisitazione di un'eresia che le chiese hanno già dovuto affrontare nella storia.  Dio ha preservato la sua chiesa (che non è identificabile in un'organizzazione ecclesiastica) per tutti i secoli e speriamo che ormai abbiamo imparato qualcosa. O no? La continuità storica di un'organizzazione ecclesiastica e dei suoi leader non "garantisce" proprio nulla se non c'è pure la costante vigilanza dei suoi membri.

 

Conosciamo la storia e la storia del movimento cristiano attraverso i secoli? L'insegnamento della storia antica e moderna dovrebbe far parte dell tue attività regolari di una comunità cristiana. Le diamo l'importanza dovuta? Chi la riteniene superflua lo fa solo a suo danno. 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.