| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Il castello del cuore

Page history last edited by Paolo E. Castellina 12 years, 6 months ago

29 maggio


IL CASTELLO DEL CUORE

 

"Custodisci il tuo cuore con ogni cura, perché da esso sgorgano le sorgenti della vita" (Prov. 4:23). "E la pace di Dio, che sopravanza ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e le vostre menti in Cristo Gesù" (Filippesi 4:7).

 

La storia del "castello" e la struttura che, nel corso del tempo, ha assunto, è molto interessante. Sono gli antichi romani a sviluppare dapprima un accampamento militare organizzato con diverse strutture di difesa. Molti castelli in principio sono solo delle torri di guardia isolate, adatte a proteggere appezzamenti di terreno e a controllare passaggi obbligati. Con il passare degli anni si assiste a un progressivo processo evolutivo dove il castello diventa un complesso di edifici fortificati, a volte comprendenti un intero borgo, abitato dal popolo che serve il Signore e i suoi bisogni e che, all'occorrenza, si rifugia all'interno del complesso fortificato sopportando assedi. Il castello ha funzione difensiva fino al tardo XVI secolo. Al centro del castello si trovava il Mastio o Donjon la torre più grossa, residenza dei feudatari ed estrema difesa in caso di invasione della corte.

Al centro dell'essere umano, vi è ciò che la Bibbia chiama "il cuore", la parte più sensibile, che essa ci chiama a proteggere e difendere con diligenza. Il cuore, infatti (e di esso continueremo a conservarne l'accezione biblica) è continuamente accostato sia da bene che sa male, le frivolezze e le vanità del mondo e i suggerimenti insidiosi della carne (altro concetto biblico). È come un albergo dove costantemente arrivano e partono degli ospiti. Alcuni vi giungono con cattive intenzioni, sperando di trovarvi dei complici o di accendervi dei fuochi che si spargeanno nell'intero edificio accendendolo di passioni fintanto che tutto si consuma e viene ridotto a cenere.

 

Dobbiamo quindi stare all'erta, proteggere il cuore con ogni cura più di ogni altra cosa, perché "da esso sgorgano le sorgenti della vita". Gesù stesso rileva quanta robaccia possa uscire da un cuore contaminato e controllato dal peccato, cose cattive che, a loro volta guastano l'intera nostra vita: "Ma le cose che escono dalla bocca procedono dal cuore; sono esse che contaminano l'uomo. Poiché dal cuore provengono pensieri malvagi, omicidi, adultèri, fornicazioni, furti, false testimonianze, maldicenze. Queste sono le cose che contaminano l'uomo" (Matteo 15:18-20). Potremmo temere di meno il diavolo ed il mondo se non ci fossero nel nostro cuore tali forti tendenze al male - molte ereditate da una lunga sequenza di antenati che, ahimé, ci hanno trasmesso i tratti peggiori del loro carattere, insieme a quelli buoni.

 

Dobbiamo conservare pulito il nostro cuore. Proprio come gli occhi sono continuamente inumiditi e lavati dal film lacrimare, chiediamo che il prezioso sangue di Cristo ci purifichi da ogni traccia di impurità. Rammentiamoci quanto delicato sia il cuore e quanto esso sia suscettibile alla polvere dei pensieri cattivi che istantaneamente gli impedirebbero la visione spirituale. Sursum corda! In alto i cuori, rivolgiamoli al Signore!

 

La sentinella della pace. È la pace di Dio che deve diventare la sentinella o il custode del nostro cuore. Essa "sopravanza ogni intelligenza"! Possiamo comprendere la pace apparente di certe persone. Hanno "fatto i soldi" e intorno a loro hanno posto una protezione di risorse materiali. Hanno amici ricchi ed influenti, attraverso i quali essi immaginano di essersi "garantiti" per sempre. Godono di buona salute, sono stimati. Possiamo comprendere una tale pace, sebbene spesso essa si riveli così effimera! Esiste però una pace che sopravanza ogni intelligenza! È a quella pace alla quale si riferisce il Signore quando dice: "Io vi lascio la pace, vi do la mia pace; io ve la do, non come la dà il mondo; il vostro cuore non sia turbato e non si spaventi" (Giovanni 14:27)

 

PREGHIERA


Preservami, Padre celeste, come la pupilla del Tuo occhio; difendimi con la Tua onnipotenza; nascondimi dagli strali delle malelingue e dei malvagi. Possa il mio cuore essere come il palazzo dove Colui che è più forte persino dell'uomo forte vi garantisce perfetta pace. Amen.

 

Lingue originali

 

"מכל־משׁמר נצר לבך כי־ממנו תוצאות חיים׃" (Proverbi 4:23).

 

משׁמר (mishmâr): guardia, sentinella protezione.

נצר (nâtsar): guardare, proteggere.

לב (lêb): cuore (centro di controllo dei sentimenti e dell'intelletto)

חי (chay): vita.

 

"ἡ εἰρήνη τοῦ Θεοῦ ἡ ὑπερέχουσα πάντα νοῦν φρουρήσει τὰς καρδίας ὑμῶν καὶ τὰ νοήματα ὑμῶν ἐν Χριστῷ ᾿Ιησοῦ" (Filippesi 4:7).

 

εἰρήνη (eirēne): pace, prosperità.

φρουρέω (phroureō): custodire, proteggere.̄

καρδία (kardia). cuore,.

νόημα (noēma): mente, intelletto, pensiero.

 

 

 

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.