| 
  • If you are citizen of an European Union member nation, you may not use this service unless you are at least 16 years old.

  • Stop wasting time looking for files and revisions. Connect your Gmail, DriveDropbox, and Slack accounts and in less than 2 minutes, Dokkio will automatically organize all your file attachments. Learn more and claim your free account.

View
 

Santo, sacro, puro

Page history last edited by Paolo E. Castellina 12 years, 7 months ago

1. Santo, sacro, puro

 

ἱερός, ὅσιος, ἅγιος, ἁγνός, σεμνός

Nessuna di queste parole, nel greco classico, ha necessariamente un significato morale. Quelle che lo hanno sviluppato derivano dal greco biblico.

 

  • ἱερός significa sacro ed implica uno speciale rapporto con Dio, tanto che non può essere violato. Si riferisce, però, ad un rapporto formale, più che ad un carattere. Usato per descrivere persone o cose, è raro nel Nuovo Testamento perché non esprime la pienezza del concetto biblico di sacro. [",,,e che sin da bambino hai conosciuto le sacre Scritture, le quali ti possono rendere savio a salvezza, per mezzo della fede che è in Cristo Gesù" (2 Timoteo 3:15)].
  • ὅσιος, usato per persone e cose, descrive ciò che è in armonia con la costituzione divina dell'universo morale, ciò chein accordo con l'idea generalmente percepita di giusto, ciò che è consacrato e sanzionato con la legge ed il consenso universale, piùche qualciosa che sia in accordo con un qualsiasi sistema di verità rivelata. Il contrario, nel greco classico, è considerato qualcosa di marcatamente innaturale. ["E poiché lo ha risuscitato dai morti per non tornare più nella corruzione, egli ha detto così: "Io vi darò le fedeli promesse fatte a Davide"" (Atti 13:34)].
  • ἅγιος ha probabilmente il significato originale di separazione, qualcosa di separato dal mondo e consacrato a Dio. È più che separazione esteriore, ma separazione dal male e dalla contaminazione, degno di venerazione.
  • ἁγνός è probabilmente collegato a ἅγιος. ["Infatti, ecco quanta premura ha prodotto in voi l'essere stati rattristati secondo Dio, anzi quale scuse, quale sdegno, quale timore, quale grande affezione quale zelo, quale soddisfazione! In ogni maniera voi avete dimostrato che siete puri in quest'affare" (2 Corinzi 7:11), "...a essere assennate, caste, dedite ai lavori di casa, buone, sottomesse ai propri mariti, affinché la parola di Dio non sia bestemmiata" (Tito 2:5)].

     

  • σεμνός è ciò che ispira riverenza o timore, dignitoso. Nel greco classico è spesso applicato agli dèi, ma a livello umano è legato a ciò che nell'umanità è esteriormente venerabile, magnifico, grande, impressionante. ["Similmente i diaconi, siano dignitosi, non doppi nel parlare, non dediti a molto vino, non avidi di illeciti guadagni" (1 Timoteo 3:8), "gli uomini anziani siano sobri, dignitosi, padroni di sé, sani nella fede, nell'amore, nella pazienza" (Tito 2:2), "Quanto al rimanente, fratelli, tutte le cose che sono veraci, tutte le cose che sono oneste, tutte le cose che sono giuste, tutte le cose che sono pure, tutte le cose che sono amabili, tutte le cose che sono di buona fama, se vi è qualche virtù e se vi è qualche lode, pensate a queste cose" (Filippesi 4:8)].

Comments (0)

You don't have permission to comment on this page.